Avvisi di accertamento

SCOMMESSE: L'IMPOSTA UNICA E' DOVUTA IN SOLIDO ANCHE DAL GESTORE LOCALE!

29.07.2015 13:13
Ai sensi dell'art. 1, comma 66, della legge n. 220/2010 l'imposta unica sulle scommesse è dovuta in solido sia dal soggetto che assume in proprio il rischio della scommessa (cd. bookmaker), anche se stabilito all'estero, sia dall'esercente locale che raccoglie materialmente la scommessa. A...

SOCIETA' A BASE RISTRETTA: NIENTE AUTOMATISMI!

01.07.2015 16:02
Nel caso di società caratterizzata da una ristretta base sociale non può essere concepita come mero automatismo la previsione della "presunzione di distribuzione degli utili extrabilancio (accertati in capo alla società) in favore dei soci". Al contrario è necessario che a tale elemento,...

ACCERTAMENTO: LE DICHIARAZIONI RESE DAL CONTRIBUENTE IN FASE ISPETTIVA POSSONO ESSERE SMENTITE

06.05.2015 14:54
Le dichiarazioni rese dal contribuente in fase di ispezione fiscale e tributaria possono essere smentite con una dichiarazione sostitutiva resa negli atti di causa. Questo perchè è verosimile che il contribuente, nel rispondere alle domande rivolte dagli accertatori in sede di verifica,...

MANCATA COMPILAZIONE DELLA RELAZIONE DI NOTIFICA: L'ACCERTAMENTO E' NULLO!

23.04.2015 15:19
Nelle ipotesi di mancata compilazione della relazione di notifica, in tutti i casi di notifica dell'accertamento a mezzo del servizio postale, l'atto impositivo deve ritenersi affetto da nullità derivata dalla inesistenza del procedimento di notificazione dell'atto medesimo. Infatti, la mancata...

DIRIGENTI ILLEGITTIMI: I POSSIBILI EFFETTI DELLA SENTENZA N. 37/2015 PRONUNCIATA DALLA CORTE COSTITUZIONALE

11.04.2015 10:55
La sentenza della Corte Costituzionale n. 37/2015, depositata lo scorso 17 marzo, con la quale è stata dichiarata l'illegittimità dell'attribuzione degli incarichi dirigenziali nell'Agenzia delle entrate, potrebbe avere un effetto dirompente significando la nullità degli atti firmati da tali...

NULLO L'ACCERTAMENTO RIVOLTO DIRETTAMENTE AL CONTRIBUENTE DECEDUTO

30.03.2015 13:07
L'avviso di accertamento emesso nei confronti del contribuente deceduto deve essere rivolto agli eredi, collettivamente e impersonalmente, ai sensi dell'art. 65 del DPR n. 600/1973. Salvo diversa comunicazione da parte degli eredi, l'atto deve essere notificato nell'ultimo domicilio del de cuius.Al...

L'ACCERTAMENTO NOTIFICATO A MEZZO POSTE PRIVATE E' INESISTENTE!

10.02.2015 10:18
La Commissione tributaria provinciale di Campobasso, con la sentenza n. 1077/03/14, depositata in segreteria lo scorso 12 dicembre 2014, è tornata ad occuparsi della notifica degli atti tributari tracciando, in particolare, i confini di legittimità della notifica eseguita a mezzo del servizio...

IL RICORSO NON FIRMATO DAL DIFENSORE NON E' INAMMISSIBILE

19.12.2014 15:33
Con la recente sentenza n. 5427/64/14 la Commissione tributaria provinciale di Brescia ha confermato l'orientamento espresso dalla Suprema Corte di Cassazione in materia di mancata sottoscrizione del ricorso tributario.Infatti, a parere dei giudici bresciani, la mancata sottoscrizione del ricorso...

LA SCADENZA DEI TERMINI PER L’ACCERTAMENTO NON E’ “MOTIVO D’URGENZA”

05.12.2014 10:37
L’approssimarsi della scadenza dei termini di decadenza previsti dalla legge per l’accertamento fiscale e tributario non rappresenta un “motivo d’urgenza” tale da giustificare l’emissione dell’avviso di accertamento prima che siano trascorsi 60 giorni dalla notifica del processo verbale di...

LEGITTIMO L’ACCERTAMENTO INDUTTIVO PER I REDDITI SOTTO LA SOGLIA DI POVERTA’

01.12.2014 15:45
L’anomala situazione commerciale giustifica la rettifica sulla base di sole presunzioni semplici, con conseguente inversione dell’onere della prova a carico del contribuente. In mancanza di idonea documentazione probatoria, l’irragionevolezza economica del comportamento del...

L'indicazione del responsabile del procedimento negli avvisi

Carenza di delega: l'avviso di accertamento è nullo!

16.12.2013 14:17
Gli avvisi di accertamento, sovente, rappresentano un atto impositivo che non è firmato direttamente dal direttore dell'Ufficio (ossia da colui che è legittimato alla rappresentanza) ma, al contrario, da una persona a ciò delegata e munita, pertanto, di apposita delega di firma. Tale delega,...

Studi di settore

STUDI DI SETTORE: ONERE DELLA PROVA

17.03.2014 00:00
“La procedura di accertamento tributario standardizzato mediante l’applicazione dei parametri o degli studi di settore costituisce un sistema unitario che non si colloca all’interno della procedura di accertamento di cui al D.P.R. 29 settembre 1973 n. 600, art. 39, ma la affianca, essendo...

Lo studio di settore non si applica alle attività in periferia!

10.02.2014 12:14
L’accertamento induttivo, basato su parametri standard, non può considerare le caratteristiche specifiche e le peculiarità legate all’ubicazione dell’attività commerciale sottoposta ad accertamento con la conseguenza che, in taluni casi particolari, non potrà applicarsi lo studio di settore. E’ il...

L'evoluzione tecnologica può giustificare la crisi d'impresa!

09.12.2013 11:09
"Il contribuente ha documentato mediante la produzione dei bilanci che, a seguito dell'evoluzione tecnologica comportata dal passaggio dall'analogico al digitale, l'attività ha subito un costante decremento dei ricavi, con riduzione del personale e finale cessazione". Con queste parole, la...

Errata applicazione dello studio di settore? Arriva la correzione del Giudice!

03.12.2013 14:10
La sentenza n. 212/67/13 emessa dalla Commissione tributaria regionale Lombardia rischia di scatenare una complessa discussione dottrinale circa i poteri del Giudice tributario. Infatti, a parere dei Giudici lombardi, nei casi in cui l'avviso di accertamento sia basato sull'applicazione di uno...

L'INFORTUNIO VINCE LO STUDIO DI SETTORE!

18.11.2013 12:56
Se hai subito un infortunio e non puoi lavorare regolarmente, ciò è sufficiente a vincere un accertamento sintetico basato sugli studi di settore! A stabilirlo è stata la Commissione tributaria regionale del Lazio con la sentenza n. 518/01/2013. Una decisione "originale" e, al tempo stesso,...

Redditometro e spesometro

PER IL REDDITOMETRO VALGONO LE STESSE "REGOLE" DEGLI STUDI DI SETTORE

18.05.2015 13:00
In materia di accertamento fiscale-tributario basato sul redditometro devono ritenersi validi i medesimi principi elaborati dalla giurisprudenza in tema di studi di settore trattandosi, in entrambi i casi, di accertamenti aventi natura statistica e fondati su presunzioni semplici.In questo...

ACCERTAMENTO SINTETICO: ANCORA UNA BOCCIATURA DALLA CASSAZIONE!

13.03.2014 13:13
Con la sentenza n. 5675 di ieri, 12 marzo 2014, la Corte di Cassazione rifila l’ennesima “bocciatura” al redditometro, agli studi di settore nonché a tutti gli standard presuntivi utilizzati dall’Agenzia delle entrate per l’accertamento sintetico.   Infatti, ribaltando completamente i giudizi...

Spesometro: arrivano i chiarimenti dell'Agenzia delle Entrate

02.12.2013 14:03
L'agenzia delle entrate, con apposita circolare, prova a sgombrare il campo da dubbi in materia di spesometro. Un compito non propriamente semplice viste le questioni da risolvere, soprattutto in materia di "operazioni con l'estero". Non a caso, l'invio della comunicazione relativa all'anno 2012 è...

GARANTE DELLA PRIVACY: REDDITOMETRO AMMESSO CON RISERVA

21.11.2013 23:18
Al vaglio dell'Autorità Garante della privacy il nuovo redditometro viene ammesso con riserva, vale a dire con una serie di condizioni da rispettare da parte dell'Ufficio pena l'incorrere in sanzioni da parte dell'Authority. Non sono mancati, infatti, numerosi appunti in ordine al rispetto della...