Associazione professionale: il pagamento dell'IRAP non è automatico!

28.02.2014 11:38

Il tema affrontato dai Giudici della Commissione tributaria regionale di Perugia non può ritenersi di certo pacifico, nè in dottrina, nè tanto meno in giurisprudenza. L'assoggettamento di una attività professionale, esercitata in forma associata, alla tassazione IRAP, infatti, passa attraverso una valutazione fattuale, potremmo dire "caso per caso", relativa all'esistenza di quegli elementi che possono dar vita ad una organizzazione autonoma.

Una valutazione, quella suddetta, che non può che spettare al Giudice il quale dovrà considerare l'attività economica nel suo insieme e, soprattutto, il contributo apportato dagli elementi fattuali del caso specifico alla realizzazione di una autonoma organizzazione economica. Trattasi di una valutazione complessa, anche (e soprattutto) perchè non orientabile a precisi criteri di origine normativa e/o giurisprudenziale.

Per questi motivi, è assolutamente meritevole di pregio la sentenza n. 233/04/13 emanata dai Giudici della Commissione umbra. Questi, infatti, partendo dall'analisi delle circostanze fattuali del caso de quo, hanno provato a delineare dei parametri valutativi pronunciandosi nei termini che seguono: "la minima dimensione quantitativa dello studio composta da due soli professionisti associati, l'assenza di personale dipendente e di spese per collaboratori autonomi, la dotazione ridotta all'essenziale di beni strumentali non comprendente nemmeno autovettura e telefono cellulare, la presenza di una sola linea telefonica, il mancato apporto di capitali esterni" sono tutti elementi fattuali in grado di evidenziare che "nella concreta fattispecie dedotta in giudizio, l'esercizio in forma associata dell'attività professionale non reca ai suoi due aderenti alcuna utilità aggiuntiva e alcun potenziale incremento dei ricavi".

Sulla base di tali motivazioni, la Ctr si uniformava al giudizio espresso dalla Commissione provinciale rigettando in toto il ricorso proposto dall'ufficio.

Prima di pagare, informati!

Dott. Giuseppe Mecca

dott.mecca.giuseppe@gmail.com

Indietro