IL QUADRO DEI TRIBUTI DOPO LA FIDUCIA SUL DL “SALVA ROMA”

14.04.2014 19:05

Il decreto cd. “salva Roma” porta con sé una serie di modifiche inerenti la TASI, l’IMU, la TARI e la IUC. Con questo articolo proviamo a fare un po’ di chiarezza affrontando, negli specchietti che seguono, le novità relative alle principali imposte e tasse.

TASI

Come funziona? La TASI (Tassa sui Servizi Indivisibili) è una nuova tassa su determinati servizi ed è applicabile esclusivamente ai fabbricati (compresa anche l'abitazione principale), e anche sulle aree edificabili. La base imponibile è determinata alla stregua delle regole dell'Imu. I possessori sono soggetti passivi in una misura compresa tra il 10%-30%. Aliquota base è l'1 per mille, la massima è determinata in modo che la somma di Tasi e Imu non superi il limite del 10,6 per mille.

Quando si paga? La TASI va pagata il 16 giugno e il 16 dicembre di ogni anno. Per la prima casa si paga tutto l'importo entro il 16 dicembre, a meno che il comune non abbia pubblicato la delibera sulle aliquote entro il 31 maggio.

Particolarità in vigore dal 2014: La Tasi da quest'anno non può superare il 2,5 per mille.

IMU

Come funziona? L'IMU (Imposta Municipale Unica) è applicabile ai fabbricati, aree fabbricabili e terreni agricoli ed è dovuta solo dal proprietario o da chi vanta un diritto reale di godimento. Nel caso dell'IMU la base imponibile si determina partendo dalla rendita catastale dell'immobile, rivalutata, e moltiplicando l'importo per i coefficienti stabiliti dalla legge per ciascuna tipologia di immobile.

Quando si paga? L'IMU si paga in due rate. 16 giugno e 16 dicembre di ogni anno.

Particolarità in vigore dal 2014: L'IMU non è più dovuta sulle abitazioni principali, a patto che non siano di lusso e su quelle a esse assimilate per legge o per regolamento comunale. Inoltre non è dovuta anche sugli alloggi sociali, sugli immobili adibiti a ricerca scientifica degli enti non commerciali e sui beni merce delle imprese costruttrici.

TARI

Come funziona? La TARI, ha sostituito la TARES e il suo scopo è il finanziamento del servizio di gestione dei rifiuti urbani e assimilati. La TARI si applica su tutti gli immobili suscettibili di produrre rifiuti urbani. Tale tassa è composta da una quota fissa (a copertura dei costi fissi del servizio) e una variabile (per la fruizione del servizio da parte del contribuente). Le utenze domestiche si pagano in relazione ai metri quadrati e del numero di componenti del nucleo familiare.

Quando si paga? Si paga secondo le scadenze stabilite dal comune. Lo stesso comune deve assicurare almeno due rate semestrali.

Particolarità in vigore dal 2014: Entro il 30 giugno 2014 il ministero dell'Ambiente dovrebbe approvare un nuovo regolamento per determinare le nuove tariffe della TARI.

IUC

Trattasi dell'Imposta Unica Comunale, parliamo di una semplice sigla che serve ad indicare tre tributi diversi: Imu, Tasi e Tari. La IUC ha una parte propriamente patrimoniale, rappresentata dall'IMU, e una parte rappresentativa della fruizione dei servizi comunali, ossia Tari e Tasi. Le scadenze inoltre sono quelle dell'IMU e della Tasi da un lato, e della Tari dall'altro. La modulistica della IUC è diversificata per comune.

Dott. Fabio Labella

                                                           fabiolabella@gmail.com

Puoi scrivere qui...

Indietro