L'INFORTUNIO VINCE LO STUDIO DI SETTORE!

18.11.2013 12:56

Se hai subito un infortunio e non puoi lavorare regolarmente, ciò è sufficiente a vincere un accertamento sintetico basato sugli studi di settore! A stabilirlo è stata la Commissione tributaria regionale del Lazio con la sentenza n. 518/01/2013. Una decisione "originale" e, al tempo stesso, coerente nella sua logica giuridica.

Il titolare della ditta Y, sottoposto ad accertamento mediante l'applicazione degli studi di settore, proponeva ricorso alla Commissione tributaria per ivi motivare e spiegare lo scostamento del reddito dichiarato rispetto ai suddetti parametri.

Il contribuente forniva in giudizio adeguata documentazione medica da cui emergeva un grave infortunio subito dallo stesso nei mesi precedenti al periodo oggetto dell'accertamento; infortunio che aveva compromesso il regolare svolgimento dell'attività lavorativa.

La Commissione del Lazio, analizzata la documentazione prodotta, ha ritenuto tale causa di giustificazione idonea a sconfessare quanto emerso dall'accertamento e, riprendendo uno specifico precedente della Suprema Corte di Cassazione (sentenza n. 3355/2013), ha affermato testualmente che "il soggetto sottoposto ad accertamento, nel periodo accertato, risentiva ancora dei postumi di un grave infortunio che impedivano il pieno svolgimento dell'attività esercitata".

Sulla base di tali motivazioni, la Ctr Lazio ha ribaltato la sentenza di prime cure ed annullato l'avviso di accertamento.

Prima di pagare, informati!

P. Avv. Giuseppe Mecca

dott.mecca.giuseppe@gmail.com

Indietro