IMMOBILI OCCUPATI DA ABUSIVI? NIENTE IMU E TASI PER IL PROPRIETARIO

27.12.2017 12:11

Il problema degli immobili occupati da abusivi rappresenta ormai da anni una delle principali preoccupazioni che investono i proprietari di abitazioni e locali commerciali residenti nelle realtà metropolitane.

Tale fenomeno, che assume sempre più connotati rilevanti, ha di fatto invogliato numerosi cittadini a spogliarsi, quasi in maniera obbligata, delle disponibilità patrimoniali acquisite nel corso degli anni, onde evitare, appunto, di ritrovarsi, come spesso accade, non solo a vedersi sottratta la disponibilità materiale del bene ma, anche e soprattutto, a dover pagare tutte le imposte ad esso connesse.

Fra le quali rientrano quelle relative alla finanza locale (IMU, TASI, TARI…), e, ovviamente, quella rappresentata dal reddito da sottoporre a tassazione IRPEF.

Proprio in questi giorni, in soccorso dei contribuenti poc’anzi citati, sono sopraggiunte due sentenze gemelle della Commissione tributaria provinciale di Roma, nn. 50506 e 50532, che hanno riconosciuto, appunto, l’esenzione da IMU e TASI, per una società che da anni aveva, di fatto, perso la totale disponibilità del bene oggetto di tassazione proprio a seguito di occupazione abusiva dell’immobile.

Nel fare ciò, i Giudici capitolini hanno richiamato un precedente della Corte di Cassazione, secondo cui, “..il possesso – al quale la legge ricollega il presupposto dell’imposizione tributaria - deve permettere al proprietario di ripristinare il contatto materiale con il bene quando lo voglia.”.

Di guisa che, ogni qual volta manchi ciò, il Comune non può pretendere le imposte relative allo stesso.

Tali pronunce, seppur ancora minoritarie, potrebbero dare il via ad un filone giurisprudenziale importante che avrebbe come fine quello di garantire e tutelare i diritti di tutti quei proprietari di immobili, abitativi o commerciali, che oltre a patire il danno dell’indisponibilità del bene di cui sono proprietari si ritrovano anche a subire la beffa di vedersi costretti a pagare le imposte connesse alla titolarità del bene sottratto.

Dott. Daniele Brancale
 
Tributarista - Difensore Tributario
 
dott.danielebrancale@gmail.com
Indietro